Libri che scelgono me: Misery di Stephen King

Un sacco di gente che ha l’ambizione di scrivere odia Stephen King. Quelli come me, ad esempio, che scrivono ma non sono per niente contenti del risultato dei loro sforzi. Beh: è tutta invidia. Il fatto è che non gli si perdona di essere uno scrittore popolare e, allo stesso tempo, maledettamente bravo. Uno che…

Continue Reading

Libri che scelgono me: Sostiene Pereira

Cosa ti dice un libro, quando ti parla? Che messaggio ti manda, dal suo angolo lontano nel tempo e nello spazio? E com’è possibile che parli proprio a te, in modo così chiaro e inequivocabile? Pereira è un vecchio giornalista, grasso e cardiopatico. Vive solo e lavora solo, in una minuscola stanza che dovrebbe essere…

Continue Reading

Libri che scelgono me: Lo zen e l’arte della manutenzione della motocicletta

Mi è ricapitato tra le mani un libro. Un tascabile ingiallito comprato in qualche edicola di qualche posto di mare, in un’estate degli anni novanta in cui devo essermi detto: basta seghe! Un titolo ingannevole per lettori superficiali come me: “Lo zen e l’arte della manutenzione della motocicletta”. Io ero un adolescente troppo romantico, plagiato…

Continue Reading

Sentirsi al sicuro – breve estratto da Funamboli sulla strada

Ecco un altro breve estratto da Funamboli sulla strada, il mio libro da poco uscito per Sensibili alle foglie. Quello che segue è uno stralcio del mio diario di viaggio. Per avere il libro potete contattarmi, ordinarlo in libreria, oppure comprarlo sugli store online (Feltrinelli, Mondadori, ecc.) o direttamente sul sito della casa editrice Sensibili…

Continue Reading

Avevo paura, ma mi faceva più paura tornare a casa – breve estratto da Funamboli sulla strada

Vi propongo un breve estratto da Funamboli sulla strada, il mio libro da poco uscito per Sensibili alle foglie. Quelle che seguono sono le parole di una ragazza che ha vissuto per molti anni in strada a Città del Guatemala. Per averlo potete contattarmi, ordinarlo in libreria, oppure comprarlo sugli store online (Feltrinelli, Mondadori, ecc.)…

Continue Reading

Funamboli sulla strada, il libro sui ragazzi di strada di Città del Guatemala

Cinque anni fa Laura e io eravamo in Guatemala. Forse ricorderete qualche racconto della nostra esperienza laggiù, il nostro passeggiare goffo per le strade di una città non proprio alla portata di tutti. Però non vi ho mai parlato delle persone con cui abbiamo vissuto e che ci hanno insegnato a interpretarla, quella città. A…

Continue Reading

Libri che scelgono me: L’agenda ritrovata, sette racconti per Paolo Borsellino

Ho chiuso “L’agenda ritrovata, sette racconti per Paolo Borsellino” ed è stato come tornare da un viaggio. L’itinerario del libro è lo stesso che gli amici dell’Associazione Culturale l’Orablù hanno fatto sul serio, in bicicletta, attraverso la nostra controversa Italia. Ma i viaggi fatti di parole, quelli racchiusi tra le copertine di certi libri, nascondono un’insidia…

Continue Reading

Pubblicare con una piccola casa editrice: i consigli di Antonio Melis di OneReed

Durante le mie scorribande a Tempo di libri, lo scorso week end, mi sono lasciato guidare dall’istinto. E l’istinto mi portava alla larga dai grandi nomi, dalla calca negli abnormi stand delle case editrici più famose. Ho cercato le retrovie, angoli più raccolti e personali. Lo sguardo si posava su libri che sembravano nascondere dei…

Continue Reading

Libri che scelgono me: Mio fratello rincorre i dinosauri

L’autore di questo libro si chiama Giacomo Mazzariol, non ha nemmeno vent’anni. Potrei cercare le parole per descriverlo, raccontarvi il coraggio e la saggezza che ha dimostrato nel mettere nero su bianco la sua storia. Ma voglio partire col piede sbagliato e dirvi che se sto scrivendo di lui è innanzitutto per un motivo, senza…

Continue Reading